Statuto

STATUTO MOVIMENTO CIVICO “OBIETTIVO LAZZATE”

 Art. 1

Denominazione, durata, sede e contrassegno 

1. E’ costituita una libera associazione non riconosciuta e senza scopo di lucro denominata   “ OBIETTIVO LAZZATE ”.

2. Ha durata illimitata ed elegge la propria sede in Lazzate in ………, numero …… La sede del movimento può essere variata con semplice

delibera del Direttivo .

3. Il Movimento Civico “OBIETTIVO LAZZATE” ha il seguente simbolo:

Cerchio con bordo di colore Blu e sfondo di colore Bianco, recante la scritta in Blu  nella parte Alta  “OBIETTIVO LAZZATE ”  ,  nella parte

sottostante la scritta  verso destra vi è ulteriore cerchio avente diametro inferiore  con bordo di colore Blu e sfondo Bianco con inserita la

raffigurazione grafica del territorio di Lazzate in colore Verde   con sovrapposto un disegno di colore Blu raffigurante il cuore con tre

frecce convergenti verso il basso .

Il simbolo potrà essere utilizzato e temporaneamente modificato solo dagli organi statutari o su espressa autorizzazione di questi.

 

Logo_2

 

Art. 2   Oggetto e finalità 

2.1 È un Movimento politico – culturale apartitico, libero ed aperto a tutti, ispirato ai valori politici della trasparenza, concretezza, dialogo,

imparzialità, correttezza, giustizia, sostenibilità, rispetto delle tradizioni, solidarietà, rispetto per l’ambiente e convivenza civile.

2,2 Il Movimento persegue esclusivamente le finalità di benessere e progresso degli  abitanti e di tutto il territorio comunale di

Lazzate attraverso:

A) L’ analisi: osservare, studiare, interpretare i problemi sociali, economici, ambientali, politici e culturali del territorio;

B) La progettualità: elaborare soluzioni, programmi, idee per affrontare le problematiche e/o meglio affrontare il futuro;

C) L’azione: utilizzare gli strumenti necessari per mettere in pratica i progetti e le idee.

2.3 Garantendo ascolto, dialogo, collegialità, informazione, trasparenza e partecipazione alle decisioni, il movimento persegue un governo della

comunità non subordinato a logiche di partito, ma attento ai bisogni della persona e alla tutela del territorio, in cui i cittadini devono essere i

protagonisti ed unici referenti delle decisioni di chi amministra.

2.4 Il movimento si prefigge il rafforzamento dell’identità locale, attraverso la valorizzazione della storia, delle vocazioni e delle capacità

culturali, economiche, sostenibili ed in equilibrio con le risorse locali e con tutti i beni collettivi.

2.5 Per il perseguimento dei propri scopi associativi, il Movimento si impegna a garantire e promuovere ogni azione, iniziativa, attività

informativa, manifestazione e ricerca; potrà, inoltre, presentare istanze, ricorsi, memorie, osservazioni, perizie ed altri atti in tutte le sedi

consentite in Italia e all’estero dinnanzi a tutte le autorità giudiziarie civili, penali ed amministrative.

2.6 Il Movimento potrà partecipare ai momenti elettorali e di gestione della cosa pubblica concorrendo alle competizioni politiche elettorali con

liste di propri candidati, ed eventualmente d’intesa con altre formazioni politiche, associazioni, gruppi e persone purché in accordo con le

finalità del Movimento e del presente statuto.

Art. 3   Iscrizione – Adesione

Possono aderire al Movimento tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto i 16 anni di età che intendano ispirare la loro attività, in campo politico e culturale, ai valori, alle finalità e agli ideali del Movimento senza nessuna discriminazione di razza, sesso e di religione.

Gli iscritti hanno il dovere di partecipare alle attività del Movimento, di contribuire alla determinazione della linea politica e di concorrere alla elezioni degli organi statutari.

Gli iscritti si distinguono in:

– fondatori

– iscritti ordinari

I fondatori ( persone fisiche) sono di diritto coloro che sono intervenuti nell’atto costitutivo del Movimento.

Gli iscritti ordinari ( persone fisiche o giuridiche) tutti coloro che, successivamente alla sua costituzione, sono ammessi a far parte dello stesso.

Essi fanno richiesta al Direttivo con l’impegno formale di accettare le norme statutarie , gli obblighi da queste derivanti, le finalità del Movimento nonché il pagamento della quota associativa annuale .

Il Direttivo decide a maggioranza l’ammissione con l’inserimento del nominativo in apposito registro. Il diniego sarà comunicato all’interessato con motivata risposta dal Presidente del Movimento.

Art. 4  Doveri degli iscritti

Ciascun iscritto al Movimento ha il dovere di:

a) sostenere, secondo le proprie attitudini e possibilità, la linea politica elaborata dal Movimento e a ogni tipo di iniziativa, attività, progetto a cui il Movimento decida di partecipare .

b) impegnarsi in ogni tipo consultazione elettorale a votare e a far votare le liste ed i candidati del Movimento;

c) versare la quota annuale di iscrizione entro il 30 aprile di ogni anno.

d) le quote versate non sono in alcun modo ripetibili, né in caso di scioglimento del singolo rapporto associativo, ne in caso di scioglimento del Movimento, né sono trasmissibili.

Art. 5   Diritti degli iscritti

Ogni iscritto ha il diritto di:

a) partecipare alle attività, ai dibattiti e alle scelte del Movimento con libertà di proposta;

b) essere informato delle decisioni e delle iniziative del Movimento;

c) elettorato attivo e passivo alle cariche del Movimento.

Art. 6 Esclusione

La qualifica di socio ha durata annuale e può essere perduta su delibera del Direttivo per:

a) dimissioni volontarie presentate per iscritto al Direttivo;

b) mancato pagamento della quota di iscrizione;

c) inosservanza delle disposizioni del presente statuto;

d) aver operato mediante atti manifestamente contrari all’interesse del Movimento;

e) aver creato dissidi e disordini tra gli associati o per aver arrecato danni morali o materiali al  Movimento ;

f) decesso;

g) la delibera di esclusione del Direttivo è inappellabile.

 

Art. 8 Organi

Sono organi del Movimento:

– l’Assemblea

– il Presidente

– il Direttivo

– il Coordinatore del Movimento OBIETTIVO LAZZATE

Art. 9 L’Assemblea  ordinaria e straordinaria

9.1. L’Assemblea è la riunione degli iscritti che delibera le linee politiche programmatiche e strategiche del Movimento a cui tutti gli iscritti debbono attenersi.

9.2. L’Assemblea può essere Ordinaria o Straordinaria.

9.3 L’Assemblea Ordinaria ha il compito di:

a) eleggere il Presidente, il Coordinatore e i tre membri del Direttivo e revocarli in qualunque momento, anche prima della scadenza del mandato .

b) approvare il bilancio preventivo e consuntivo.

c) si pronuncia sui documenti che gli vengono sottoposti .

d) stabilisce su proposta del Direttivo la quota associativa annuale e il termine ultimo per il  versamento.

e) delibera su ogni altra questione attinente il Movimento.

9.4. L’Assemblea Ordinaria deve essere convocata dal Presidente sulla base di un ordine del giorno affisso nella sede del Movimento almeno una settimana prima della riunione e/o tramite altri mezzi informatici.

9.5 E’ presieduta dal Presidente o in sua vece dal Coordinatore del Movimento o da un loro delegato. Che provvederà a redige apposito  verbale sottoscritto dallo stesso  .

9.6 L’Assemblea deve altresì essere convocata quando ne facciano richiesta almeno 1/3 degli iscritti come da procedura 9.4.

9.7 Ogni iscritto ha diritto ad un voto e può farsi rappresentare da un altro iscritto mediante delega scritta ed in ogni caso non può essere portatore di più di 3 (tre) deleghe.

9.8 L’Assemblea è pubblica e nel dibattito possono intervenire soltanto gli iscritti e i rappresentanti delle forze politiche o delle associazioni invitati. Solo gli iscritti hanno diritto al voto.

9..9 Le riunioni deliberative sono valide in prima convocazione con la maggioranza degli iscritti aventi diritto al voto e in seconda convocazione con la maggioranza degli iscritti presenti (50%+1). L’avviso di convocazione fisserà sia la data e l’ora della prima adunanza che della seconda.

9.10) l’Assemblea Straordinaria deve essere convocata dal Presidente con le modalità previste dal comma  9.4 ed il suo funzionamento regolato dai precedenti commi 9.5 , 9.6 ,9. 7 , 9.9 . Nel dibattito  intervengono solo gli iscritti cosi come nella votazione. L’Assemblea Straordinaria delibera sulle modifiche dello statuto e sullo scioglimento del Movimento.

Art. 10  Il Presidente

10.1 Il Presidente viene eletto ogni tre  anni dall’Assemblea a maggioranza ( 50%+1 )  degli iscritti in prima convocazione. In caso di mancato raggiungimento della maggioranza , l’Assemblea decide in seconda convocazione a maggioranza semplice degli iscritti presenti.

10.2 Il Presidente presiede l’Assemblea ed è il garante del rispetto delle regole e della democrazia interna al Movimento e del presente Statuto.

10.3 Il Presidente ha la direzione del Movimento e ha la rappresentanza  di fronte ai terzi e la firma sociale.

10.4 L’anzianità di iscrizione al Movimento per essere eletto Presidente deve essere di due anni.

10.5 Rimane in carica per tre anni e per non oltre due  mandati.

 

Art. 11 Il Direttivo

11.1. Il Direttivo è composto da cinque (5) membri: Presidente, Coordinatore e tre Membri eletti dall’Assemblea nelle modalità previste dall’art. 10 comma 1.

11.2. L’anzianità di iscrizione al Movimento per essere eletto nel direttivo deve essere di due  anni.

11.3. Il Direttivo provvede all’attuazione dei deliberati dell’Assemblea, al perseguimento degli obiettivi, strategie e linee politiche decise dalla stessa.

11.4. Il Direttivo è convocato dal Coordinatore a richiesta di ciascun membro dello stesso a mezzo di comunicazione , elettronica ed è presieduta dallo stesso o in sua assenza da un membro del Direttivo;

11.5. Il Coordinatore e i tre membri eletti dall’Assemblea componenti del Direttivo, vengono eletti ogni tre anni per non oltre due mandati.

Art. 12  Il Coordinatore

12.1 convoca e presiede le riunioni del Direttivo;

12.2 svolge le funzioni di segretario amministrativo;

12.3 assicura la corretta tenuta della contabilità e gestione del patrimonio assumendo, pertanto, le funzioni di tesoriere;

12.4  ha la rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi e la firma sociale, in assenza del Presidente.

12.5 redige la relazione del Bilancio.

Le funzioni di cui alle lettere  12.1, 12.2  e 12.3  possono essere ricoperte da uno o più Membri del Direttivo, in assenza e/o su delega del Coordinatore.

Art. 13  Votazioni nel Direttivo

13.1  Tutte le votazioni su documenti e/o decisioni di ogni natura sono prese a voto palese e a maggioranza  dei presenti.

13.2  Le votazioni che comportano l’elezione a cariche del Movimento, sono prese a voto segreto.

13.3 Nelle votazioni del Direttivo in caso di parità, prevale il voto del Presidente del Movimento.

 

Art. 14  Attività amministrative, finanziarie e patrimoniali

14.1 l’assemblea ordinaria viene convocata almeno una volta all’anno .

14.2 . Entro il 31 dicembre di ogni anno il Direttivo determina l’importo della tessera di iscrizione relativa all’anno successivo.

Redige la relazione di bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre all’ assemblea .

14.3 . Gli esercizi vanno dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno.

Art. 15  Patrimonio

15.1 Il patrimonio del Movimento è costituito dalle quote di iscrizione, dalle sottoscrizioni volontarie, dagli introiti delle manifestazioni

o di altre iniziative, dal finanziamento pubblico, nonché dai beni mobili ed immobili comunque acquisiti.

15.2 Per tutta la durante  del movimento  non potranno essere distribuiti anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione, nonché fondi,

riserve o capitale, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

 

Art. 17 Regolamenti

Il Direttivo può redigere dei Regolamenti interni per disciplinare l’attività del Movimento ed il  rispetto delle sue finalità, purchè non in deroga alle disposizioni del presente Statuto.

 

Art. 18 Legge applicabile

Per disciplinare ciò che non sia previsto nel presente Statuto, si fa riferimento alle norme del Codice Civile

 

Art.19 Norme transitorie

19.1 La prima assemblea  degli iscritti ,per l’elezione del Direttivo  si terrà entro il 30  Ottobre  2017

Sino a tale data in deroga alle norme statutarie , svolgerà la funzione di Presidente il Sig. Pizzi Giovanni , la funzione di coordinatore

il Sig.  Parenti Adelio  e componente del Direttivo il Sig. Molteni Luigi .

Il presente statuto è stato elaborato dalle persone sopracitate ,che  accettano suggerimenti e consigli per il perfezionamento  dello stesso

Lazzate 27/08/2013