Politica “per il bene di Lazzate”

Ci poniamo una domanda: la politica dell’Amministrazione Comunale di Lazzate è veramente rivolta all’interesse di tutti i cittadini?

Leggendo e rileggendo articoli, mozioni, dichiarazioni e proclami ci rendiamo sempre più conto che il dialogo sul territorio non è più tra i cittadini e i loro amministratori, ma questi ultimi restano sempre più arroccati alle ideologie di partito in quanto in Consiglio Comunale vengono trattate mozioni che non hanno niente a che fare col nostro territorio e le sue problematiche.

poltrona_radiciE’ paradossale che un Amministratore locale affermi “……che lo Stato non riesca a percepire i reali bisogni del territorio …” (Delibera C.C. 09/14) quando anche lui stesso è più interessato ai problemi esterni che a quelli di Lazzate.

Inoltre in una deliberazione di Consiglio Comunale dichiara “…… afferma che la politica sta degenerando, forse perché esiste gente disposta a difendere le porcate che vanno contro i cittadini, questo per difendere il loro colore di partito.”

(Delibera C.C .37/11: costituzione della provincia di Monza della Brianza quale parte civile in un eventuale processo al termine delle indagini sull’affare Serravalle)

Quale beneficio hanno ricavato da questo i cittadini Lazzatesi? ……………. Nulla.

Si continua con mozioni per la difesa della Formula 1 e dell’autodromo di Monza come se il Comune di Lazzate ne fosse un azionista e da questo ne traesse benefici. In realtà quale ritorno economico hanno avuto o avranno i cittadini Lazzatesi?…………….. Nulla.

Ma perché non viene portato in un Consiglio Comunale aperto la questione dell’asilo nido chiuso ormai da anni?

Perché non vengono chiarite le vere ragioni  della sua chiusura?

Perché non si discute su quale sia la soluzione migliore per la sua riapertura?

Non sarebbe un argomento da prima pagina oppure c’è qualcosa da nascondere?

Abbiamo poi lo statuto speciale, l’autodeterminazione, il referendum per la Lombardia (a carico dei Lombardi  ben 30milioni di Euro sottratti alla sanità e alla scuola)  che impegna il Consiglio Comunale in logorroici pur-parlè di parte e alla fine quale eventualmente saranno i benefici per Lazzate? ……………. Nulla

Non era forse più utile alla Comunità Lazzatese discutere in Consiglio Comunale aperto quale destinazione dare alla piazza, quale soluzione adottare senza usare i sotterfugi? Non era proponibile un questionario?

La millantata maggioranza del 68% è solamente fittizia, ed è desunta dal 40% dei voti validi dei cittadini votanti.

Non parliamo poi degli immigrati, delle richieste del prefetto, dei centri islamici, argomenti dei quali l’Amministrazione spende in Consigli Comunali fiumi di parole che hanno il solo colore verde ed un’unica finalità: l’apparire agli occhi Dei Più per una poltrona migliore (e con lauto stipendio ).

Il dubbio è che gli attuali Amministratori stanno scivolando effettivamente verso una china unicamente partitica e personalistica e non chiaramente per il tanto conclamato “Per il bene di Lazzate”.

Ma allora codesti Amministratori si prodigano per il bene di chi?

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento