A tutto Gas… e la benzina?

moto-epocaRombano i motori nell’autodromo di Valparadiso e sfrecciano sull’asfalto assolato le vecchie moto di un tempo.

Seduti sulle tribune Pietro, Paolo e Tommaso applaudivano al passaggio dei piloti in tuta verde, ul Cherubin e il Sandrin sulla Morini, l’Angiuleto sulla Guzzi e ul Peder sulla Gilera, el Negher e il Miglieto e via via molti altri.

“Hai visto come va forte  il Sandrin, qui si può sfogare” disse Pietro “non ha problemi di serbatoio, la ricarica è sempre gratuita, non come prima che doveva avere un occhio al portafoglio e uno al serbatoio”.

“Già ma nonostante questo effettuavano tutti i servizi richiesti“ esclamò Paolo “senza mai ricevere una lira da alcuno”.

“Una gran bella compagnia, tutta gente di Lazzate ma i tempi cambiano” disse Tommaso “e anche il Moto Club Lazzate si è adeguato  per arrivare come lo è  ora ai vertici mondiali”.

“Bella roba“ disse Pietro “qualcuno ha visto nel Moto Club uno strumento pubblicitario e con tale veicolo si è avvalso affinché emergesse la propria visibilità”.

“E’ vero“ continuò Paolo “si è iniziato nel 2003 con l’acquisto dei terreni del Batù mediante la procedura di esproprio e di occupazione d’urgenza, quale fosse l’urgenza non è dato a capire, e /o di convenire la cessione volontaria del proprio terreno”.

“Si è eluso il vincolo idrogeologico esistente sulla zona del Batù realizzando l’impianto, la cessione bonaria dell’area è avvenuta solo nell’aprile del 2015 ad un prezzo di Euro 4.920,00 oltre le spese notarili di Euro  2.050,50“ disse Tommaso.

“Il progetto preliminare risale all’anno 2002 (un anno prima della procedura di esproprio).

I  lavori consistenti nella costruzione di magazzino interrato, la recinzione e la sistemazione dell’area per impianto sportivo-scuola trial hanno comportato un esborso da parte del  Comune di Euro 87.797,97 .

“C’è poi la spesa sostenuta per portare l’acqua e l’energia elettrica  al campo scuola del Batù  di Euro 50.000,00  e fatta passare in Consiglio Comunale come rinforzo banchina stradale (allargamento sede stradale)” continuò Paolo.

“Ma quanti motociclisti di Lazzate frequentano e si allenano su quest’area?

L’importante è che sia frequentato da trialisti di ogni provenienza ?” evidenziò Pietro.

“Dobbiamo mettere in conto anche la quota che il Comune versa al Moto Club  ogni anno che è la più alta fra tutte le Associazioni presenti sul territorio, ed inoltre nelle  occasioni  di gare di livello regionale, nazionale e /o mondiali gli vengono versate altre risorse  deliberate dal Comune“ disse Paolo.

“E già, anche a  loro la benzina non manca mai!“ esclamarono i tre.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento